Quella medicina che il SoMMo definiva Sogno

È ufficiale! Si parte!

E lo si fa col botto…

Se mi avessero detto un anno fa che sarebbe andata così avrei invocato come minimo la semi-infermità mentale di chi avesse propinato una simile ipotesi. “Farlocca” agli occhi del deus ex machina della razionalità.

Ed invece è un sogno divenuto realtà, l’inizio di un’esperienza da vivere tutto d’un fiato senza se e senza ma con lo spirito giusto e solito: pochi fronzoli, tanta sostanza e soprattutto grinta allo stato puro. Una grinta che si era assopita negli ultimi giorni: il SoMMo era contrito. Non era il solito. Non sorrideva in modo adeguato e tutti lo notavano (anche personaggi che Lui conosceva poco come Sara Rosaria…a cui dico GRAZIE, nds). C’era qualcosa che si era rotto nella sua psiche. Passava giornate ad aspettare un segnale dal suo freddo cellulare. Aveva incubi in cui personaggi noti o meno lo turbavano; oggi tizio, domani caio, dopodomani sempronio…accoltellamenti, dolori, angosce…

Eppure un roseo disegno divino era dietro l’angolo in fervida e silenziosa attesa e attraverso proprio quel freddo cellulare si è appalesato ieri pomeriggio.

“Sei candidato alla Camera dei Deputati!”…la voce dall’altro capo del telefono è illustre (e pertanto stasera taciuta). Il mio sorriso: immenso!

Ecco la grande vittoria per il reietto polemico. Il Don Chisciotte di inutili mille battaglie sterili (a prima vista). Il “Giustiziere” di se stesso e della sua vita privata. Colui che forse non aveva tutti i torti (ed anche oggi ci sarebbe da polemizzare e scrivere a iosa, nds) su concetti generali e personaggi incensati dalla critica di chi avrebbe fatto la sua felicità se solo avesse lasciato uno spiraglio al beneficio del dubbio ed alla forza dell’amore. Ed invece tali riscontri non ci sono mai stati ed oggi ancora c’è chi evade i confini del lecito e del sensato, gli steccati del buonsenso e dell’onestà intellettuale, gli argini dei valori di cui i perbenisti di facciata si fanno promoter…

Sono scelte, del resto e come tali le si devono analizzare mantenendo però, seppur non sia facile, un opportuno distacco, una corazza di difesa da grande lottatore.

Le ferite ci sono e ci saranno (forse), ma oggi una nuova medicina e medicamento le sta curando. Quella medicina che il SoMMo definiva Sogno. Quel medicamento che tanti mesi or sono il web 2.0 vide comparire in una chat…

Grazie Emanuele!

Questo è solo l’inizio, te lo prometto!

Coraggio Italia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...